Il baratto amministrativo

24 settembre 2015 Comunicati stampa 2015

COS’È IL BARATTO AMMINISTRATIVO 

Il decreto ‘Sblocca Italia’ ha introdotto un’importante novità per i Comuni: la possibilità di realizzare interventi di tutela, riqualificazione e valorizzazione del territorio da parte di cittadini singoli o associati, collegandoli alla riduzione o all’esenzione da entrate.

COS’È IL BARATTO AMMINISTRATIVO/2 Si chiama ‘baratto amministrativo’ ed è una pratica collaborativa tra pubblico e privato che i Comuni possono declinare in base alle proprie esigenze, definendo:

  • quali tributi possono essere soggetti a scambio
  • quali interventi possono essere realizzati
  • chi sono i destinatari

COS’È IL BARATTO AMMINISTRATIVO/3 

Ad oggi il baratto amministrativo è stato istituito principalmente in Comuni di medie e piccole dimensioni in una logica di sharing economy .

I cittadini partecipano alla gestione dei beni pubblici mettendo a disposizione della comunità il proprio tempo e in cambio ricevono alcuni vantaggi fiscali.

COME FUNZIONERÀ A MILANO

Il Comune di Milano ha individuato criteri propri per accedere al baratto amministrativo con l’obiettivo di coniugare la tutela sociale con il rispetto delle regole

Sarà possibile solo per le morosità incolpevoli.

Ossia, come prevede la legge, per le situazioni «di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento…in ragione della perdita o consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare».

Si potrà accedere al baratto per estinguere morosità relative a tributi comunali (ad esempio ici, imu, tassa rifiuti), sanzioni amministrative (multe) e entrate patrimoniali (per esempio affitti e rette scolastiche) per debiti fino al 2013 e con valore minimo di € 1.500.

Potrà essere richiesto da persone fisiche e titolari di ditta individuale residenti a Milano con un ISEE fino a € 21.000.

A Milano sarà possibile:

  • La pulizia di strade, edifici, verde pubblico;
  • La manutenzione ordinaria degli edifici;
  • L’ abbellimento o la manutenzione di aree verdi, piazze e strade;
  • Interventi di decoro urbano, recupero e riuso, con finalità di interesse generale, di aree e immobili inutilizzati;
  • Interventi di valorizzazione di una zona del territorio.

Nel Comune di Milano si potrà accedere al baratto amministrativo a partire da gennaio 2016.